Desert Logic Tunisia 2012. Diario del 19 novembre 2012

Desert Training Camp Tunisia
ottobre 29, 2012
Desert Logic Tunisia 2012. Diario del 21 novembre 2012
novembre 22, 2012

Desert Logic Tunisia 2012. Diario del 19 novembre 2012

33°50’26.41″N, 10°59’56.86″E: DESERT LOGIC TUNISIA 2012 INIZIA DA QUI!

Più che un waypoint è uno “start Point”. Il Titolo indica, infatti, le coordinate geografiche del punto di ritrovo di Desert Logic 2012. Non, quindi, il reticolo di un luogo misterioso, ma quello del ben più noto Hotel Hasdrubal di Djerba, dove i partecipanti alla nona edizione dell’evento di Fabio Fasola si sono radunati in attesa dell’inizio della “spedizione”.

Circa dodici ore di viaggio, dall’Italia all’Isola “Dolce” attraverso gli scali di Milano, Roma, Tunisi, per raggiungere il luogo da dove inizia l’avventura. Acqua passata, le moto erano già arrivate dall’Italia, ed i partecipanti non hanno avuto nient’altro da fare che sistemare la strumentazione di navigazione, partecipare al briefing inaugurale, ed abbuffarsi al ristorante dell’Hotel che, per l’occasione, si era ben preparato per fronteggiare l’assalto dell’orda.

Sergio Sgrilli: “Io di navigazione non ci capisco nulla…”
Ma Fabio Fasola, paziente come il diavolo di Hell’s Gate, sollecita i partecipanti ad approfittare dell’occasione per mettersi in pari con i corsi di guida. Desert Logic Tunisia 2012 si sviluppa su cinque tappe, da Djerba a Ksar Ghilane, 199 KM, Ksar-Tozeur, 268 KM, Tozeur-Douz, 238, l’”anello” Douz-Douz e per finire, il 23 novembre, il ritorno a Djerba con l’ultima tappa, di 284 KM. Non è un Rally, se con il termine si intende una corsa contro il cronometro, ma ha voglia Fasola a sollecitare il lato più “ricreativo” di questa grande avventura della conoscenza africana, non lo ascolta nessuno. Per tutti Desert Logic è tutto quello che dice Fabio, ma anche e soprattutto un conto da regolare con amici ed avversari, che coincidono, vecchio ormai di otto anni.

Ivano Zaccheo e Massimo Zamparo: “Avanti un altro…”
Sono loro i Campioni in carica e i recordman di Desert Logic. Per la verità dovremmo citare anche Paolo Moro, che faceva parte della band originale del Bibione Freetime quando le squadre di Desert Logic erano composte da tre Piloti, ma è certo che anche in questa edizione i Campioni vorranno lasciare le altre dieci Squadre iscritte a Desert Logic ben lontane alle loro spalle. Fasola sottolinea che non sarà un’edizione facile. Il percorso, una vera e propria antologia del Sahara tunisino, è lungo e sufficientemente difficile da smorzare ogni tipo di superficiale entusiasmo, e l’introduzione delle Speciali Cannonball, pura, micidiale navigazione al GPS, non nasconde l’intento di complicare le cose.

Alessandro Botturi: “Venite via con me…”
Per l’Ex Campione di Rugby e di Enduro, Desert Logic è uno degli ultimi allenamenti prima della Dakar 2013, e la partecipazione dell’Asso di Lumezzane non è casuale. Il “Bottu” sarà il Professore delle Dune, quel salto di qualità offerto ai partecipanti da un’edizione che si annuncia davvero speciale, e se qualcuno dei partecipanti se la sentirà, potrà cercare di seguirlo nei fuoripista degli speciali roadbook che Alessandro ha portato con sé.

Intanto, in attesa del responso della prima tappa, a Ksar Ghilane, il suggerimento è quello di avvicinarsi all’evento attraverso le immagini dello Studio Quagli, al link “shortened” http://youtu.be/5aJj2qkvLJA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

it Italian
X